Recensioni
Tutte le recensioni delle opere.

Non aveva la faccia - romanzo, Edizioni Creativa (2010) PDF Stampa E-mail

Il nuovo romanzo di Sergio Cardinali - Recensione di : lukaciampi del 22 novembre 2010

Non aveva la faccia - NUOVO ROMANZONell’individuare i prodotti tipici delle Marche la ricerca nei siti specializzati sembra soffermarsi esclusivamente a tutto ciò che è tangibile senza prestare attenzione a quelle che sono le opere dell’intelletto. La promozione dei lavori dei nostri autori, scrittori, musicisti e artisti nel senso più generico, risulta molto spesso relegata ai siti specializzati come quelli delle case editrici/discografiche, che in definitiva ne traggono univoco vantaggio, come è naturale che sia. Ritengo che sia giusto cambiare tendenza offrendo spazi particolari nei siti di promozione del territorio anche a questo genere di produzioni che ci rendono orgogliosi allo stesso modo in cui lo siamo per i nostri vini e le altre tipiche ghiottonerie della nostra regione. Sergio Cardinali è una fonte inesauribile di “prodotti” della nostra cultura, che in questi giorni ci propone il suo nuovo lavoro letterario, ispirato alla sua grande passione che è la musica: “Non aveva la faccia”. Se a Jesi abbiamo la scuola musicale “G.B.Pergolesi”, ora convenzionata con il conservatorio “G.Rossini” di Pesaro”,  lo dobbiamo sopratutto a Sergio, insegnante e Direttore artistico, che non si risparmia nella sua attività che in questi tempi di scarse attenzioni per la cultura e la formazione, diventa sempre più difficile da gestire, sopratutto per le risorse, che provengono unicamente dalle sottoscrizioni degli allievi e dai (magri) aiuti dal Comune con perenni problemi di bilancio… Tra gli impegni professionali e la famiglia, che rimane uno dei punti saldi del suo quotidiano, Sergio Cardinali ha trovato il tempo per scrivere il suo nuovo romanzo: “Non aveva la faccia”, terza pubblicazione per questo genere letterario, che segue a “Fiori primaverile” e “Le ragazze entrano gratis”. Anche questo lavoro propone le tematiche a lui care della musica e delle relazioni familiari, narrando, come è raro, delle relazioni di un padre con il figlio. Edito da “Edizioni Creativa” è già in libreria e , per Natale per una volta, anziché regalare scemenze che spesso saranno “educatamente” riciclate facciamo dono di un libro, che ci porterà in una dimensione di attenzione creativa che i media più in voga sempre più spesso ci risparmiano.

Auguri Sergio e a tutti

Buona lettura

 
Non aveva la faccia - romanzo, Edizioni Creativa (2010) PDF Stampa E-mail

PREFAZIONE di Gian Paolo Grattarola

Una delle ragioni per cui la narrativa non ha perso attraverso gli anni la sua fascinazione, sta anche nel proporsi periodico di nuovi autori che rivelano un’inattesa maturità del segno e un lavoro di tessitura del racconto capaci di spiazzarti fin dai primi testi di esordio letterario. Scrittori a lungo ingiustamente ignorati dalla renitenza della critica militante e che più di altri pagano il prezzo di un esiguo pubblico di lettori. O che qualche talent-scout decide che non valga la pena di pubblicarli, fino al giorno in cui, grazie al coraggio di una casa editrice minore, acquistano immediata visibilità. A questa categoria appartiene Sergio Cardinali, valente musicista e direttore artistico di una prestigiosa scuola musicale, ma in grado di scrivere anche testi poetici e romanzi con altrettanta capacità. Perché la scrittura ce l’ha nel sangue, è chiaro, visto come le sue pagine riescono a coinvolgere il lettore su un piano di largo fascino. La sua scrittura scorre limpida e fluida come un ritmo continuo, senza indulgere in inutili digressioni, eppure con uno scandaglio sempre vigile ai sentimenti, alle pulsioni, alle inconfessabili pieghe dell’animo umano. Né vanno sottovalutate certe sue concessioni al gusto lirico con cui si sofferma, in maniera delicata ed efficace, nella raffigurazione dei fenomeni naturali o nella descrizione degli scenari che fanno da sfondo alla narrazione.

Dopo Fiori primaverili e Le ragazze entrano gratis, a soli due anni di distanza, ecco che Sergio Cardinali torna in libreria con questo romanzo generazionale, e insieme di formazione. Un’opera di forte impatto emotivo e sentimentale, i cui veri protagonisti sono la paternità, l’amicizia e l’amore, assieme alle città di Bologna e di Spoleto. La storia è quella di un musicista rock, dall’adolescenza fino all’età adulta e della sua scelta di sacrificare sull’altare della propria carriera artistica l’amore per Raffaella e la nascita di un figlio. Di una giovane donna che, attraverso il proprio sacrificio e la decisione di mettere comunque al mondo Francesco tenendone nascosta l’esistenza, riuscirà a illuminare a distanza di anni il grigiore della vita del suo ex fidanzato. Raffaella, vittima di una disgrazia, prende congedo anticipatamente da quel mondo in cui viveva rassegnatamente in disparte, proprio nel momento in cui Francesco entra nell’orbita del padre. Ora a Mauro, divenuto nel frattempo un professionista del rock conosciuto con il nome d’arte Sbass, il destino offre una nuova possibilità. Conquistare quel figlio dal fisico gracile e vulnerabile, legato a un sottile e fragile filo esistenziale, ritrovando la strada smarrita nella voluttà di un sogno giovanile.

 
Le ragazze entrano gratis PDF Stampa E-mail

Recensione da www.mangialibri.com.

Articolo di: Gian Paolo Grattarola 

Aveva incontrato Sofia per la prima volta alla fermata dell’autobus, sotto un violento temporale estivo. La ragazza possedeva occhi scuri e sinuosi e un viso dai lineamenti perfetti. Indossava jeans e una canotta accorciata sul davanti che metteva in rilievo un seno procace. La loro storia d’amore era durata fino al giorno in cui nel cuore della ragazza il suo posto era stato occupato da un consulente finanziario brillante e abbronzato. Ancora in preda ai dolorosi effetti della separazione, Lorenzo Ravagli giunge a Roma, dopo aver ricevuto una proposta di pubblicazione di un suo manoscritto da parte della casa editrice Roma Editori Riuniti. Nel rifiuto di arrendersi alla solitudine e alla sofferenza provocata dal ricorrente ricordo di Sofia, egli si muove tra sogno e realtà, incrociando l’esistenza fatale di alcune figure femminili come la donna delle bancarelle dei libri usati. L’appuntamento con il responsabile della casa editrice viene continuamente posticipato da Lorenzo, per affidare agli effetti della finzione letteraria la riscrittura della propria esistenza… Sergio Cardinali è insegnante e direttore artistico della scuola musicale G.B. Pergolesi di Jesi. In questo suo secondo romanzo rivela di possedere tutte le componenti per trasformare una storia, apparentemente comune, in un avvincente gioco letterario – un romanzo nel romanzo - in grado di ghermire il lettore fin dalle prime pagine. Infatti, pur senza nulla svelare per lasciare a chi legge tutto il piacere della sorpresa, va segnalata l’abilità con cui incrocia e rimescola le storie dei protagonisti con quelle dei personaggi di volta in volta evocati dalla vena letteraria di Lorenzo Ravagli. Ne viene fuori quindi un’indagine psicologica dove non è mai chiaro e definito dove finisca la realtà e incominci la finzione, sostenuta da una narrazione accurata e precisa, ricca di dettagli nel dosaggio dei colori della giornata e nella descrizione delle vie e delle piazze di Roma. Ma anche da un’ammaliante finezza di scrittura, che è attenta al cuore dell’uomo e rovista con garbo nel dramma delle emozioni.

 
Le ragazze entrano gratis PDF Stampa E-mail

Si nota subito una complessità strutturale quasi a più dimensioni in questa nuova opera dove lo scrittore di Jesi segue più piste narrative con storie in(ter)dipendenti. Le vicende di protagonisti come Lorenzo e Fausto procedono parallelamente, senza che i due nel romanzo si incontrino mai fisicamente.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 3